Autocarro unificato pes.te Isotta-Fraschini D80 CO
Scheda di Lorenzo Tonioli

Caratteristiche

Motore a iniezione a nafta, 6 cilindri in linea (7300 cc).

MPasso 4,10 m
Carreggiata anteriore m. 1,78
Carreggiata posteriore m. 1,77
Lunghezza m. 7,24
Larghezza m. 2,35
Altezza m. 3,00
Peso: kg. 5500
Raggio di volta m. 7,00
Portata kg. 6500
Pendenza massima superabile 28 %
Velocità massima km/h 45
Autonomia km 370 (125 litri di portata del serbatoio)

Nel 1934 la Isotta-Fraschini realizzò l'autocarro pesante modello D80 (dotato di motore ad iniezione costruito su licenza della MAN tedesca), di cui venne sviluppata una versione militare (detta D80 NM cioè Nafta Militare) equipaggiata sia con semipneumatici Celerflex che con pneumatici veri e propri. Tale versione, che si può definire "prima serie", prese parte alla Guerra Civile Spagnola nelle fila del C.T.V. (Corpo Truppe Volontarie) di Mussolini. Alcuni esemplari, di cui esistono le foto, vennero equipaggiati di paranco per l'autosoccorso di mezzi incidentati. Dopo il decreto sulla unificazione del 1937 il mezzo venne riprogettato sia in versione civile che militare (D80 COM), quest'ultima con cabina di guida di tipo commerciale ma con avviamento a manovella. Più tardi, di questa che si può definire "seconda serie", il Regio Esercito acquisì anche la variante ad avviamento elettrico con batteria. Il D80 della seconda serie era un veicolo a ridotto consumo di carburante e dotato di servofreno ad aria compressa. Finita la guerra la produzione del D80 proseguì con la cosiddetta "terza serie" ad uso civile a paraurti modificati e fari incassati. Attualmente ne è in restauro un esemplare a Saronno (MI).

BIBLIOGRAFIA
“Gli autoveicoli tattici e logistici del Regio Esercito italiano fino al 1943” di Nicola Pignato e Filippo Cappellano, Stato Maggiore dell’Esercito – Ufficio Storico, Roma 2005


NB. Le foto prive di didascalia sono state prelevate da altri siti o da riviste. Chiunque riconoscesse le foto come proprie può segnalarcelo. Inseriremo la didascalia secondo la vostra segnalazione oppure, se ci verrà richiesto, le toglieremo dalla scheda.

Torna alla sezione principale >>