Autocarro Gigante FIAT 634 N
Scheda di Lorenzo Tonioli

Caratteristiche

Passo 4,30 m
Carreggiata anteriore m. 1,81
Carreggiata posteriore m. 1,85
Lunghezza m. 7,43
Larghezza m. 2,40
Altezza m. 3,24
Raggio di volta m. 7,75
Peso del veicolo a vuoto kg. 6360
Portata kg. 7640
Pendenza massima superabile 15 %
Velocità massima km/h 40
Autonomia km per litri (contenuto del serbatoio)

Motore a gasolio ad iniezione diretta (cc 5320)

Le foto prive di indicazione sono state prelevate da altri siti

Dal modello ad uso civile FIAT 632 derivò nel 1933 il FIAT 634 che differiva dal primo per la maggiore potenza del motore, e le ruote a disoc anziché a raggiera.
Data la carenza di autocarri pesanti, l’Esercito ne acquistò varie centinaia di esemplari per la Campagna d’Etiopia, in cui diede buona prova di robustezza ed affidabilità. Altri esemplari presero parte alle fasi finali della Guerra di Spagna.
Se ne distinguono tre serie, la terza delle quali riconoscibile per la cabina di forma arrotondate ed aerodinamica.
Oltre ad una versione autocisterna se ne conosce una adattata ad autocannone da 102/35 e da 76/30 dalla Regia Marina in Africa Settentrionale, dove diede ottima prova contro i carri armati avversari.

BIBLIOGRAFIA
“Gli autoveicoli tattici e logistici del Regio Esercito italiano fino al 1943” di Nicola Pignato e Filippo Cappellano, Stato Maggiore dell’Esercito – Ufficio Storico, Roma 2005

NB. Le foto prive di didascalia sono state prelevate da altri siti o da riviste. Chiunque riconoscesse le foto come proprie può segnalarcelo. Inseriremo la didascalia secondo la vostra segnalazione oppure, se ci verrà richiesto, le toglieremo dalla scheda.

Torna alla sezione principale >>