Introduzione

Si tratta di un articolo, apparso l'11 maggio 1943, sul Corriere della Sera subito dopo i fatti e durante lo svolgimento della seconda fase della guerra. Cesco Tomaselli, mette in evidenza l'importanza che ebbe la cosiddetta "Colonna Carloni" nel corso della ritirata verso sud trattando lo sbarramento avvenuto sul Nipro e la strenua resistenza a difesa della città di Pawlograd. I bersaglieri (3° e 6° rgt.) e l'artiglieria del secondo gruppo del 120°, unitamente ad altri elementi di altre divisioini, fecero da argine sia alla ritirata verso sud che di copertura del fianco dell'Armata alpina a nord.

Viene alla luce l'importanza che ebbe il gruppo sud nel contesto del ripiegamento e il peso della sua resistenza alla pressione russa. Senza questo argine, probabilmente, le cose sarebbero putute andare anche peggio.


I nostri soldati sul fronte russo
di Cesco Tomaselli


Ingrandisci l'immagine per leggere la prima parte dell'articolo


Ingrandisci l'immagine per leggere la seconda parte dell'articolo


L'articolo, gentilmente fornito da Gino Papuli e da Enrico Betti, è stato tratto da "Il Corriere della Sera" dell'11 marzo 1943