Introduzione

Articolo del 26 gennaio del 2003. Dopo molti anni dalla fine della guerra Gino Papuli, allora sottotenente del secondo gruppo del 120° reggimento artiglieria motorizzato e, nella vita, ingegnere dalle grandi doti di giornalista e scrittore, sente l'esigenza di soffermare la sua attenzione su quegli avvenimenti che, nel corso della storia, passarono in secondo piano (se addirittura dimenticati) persino nei rapporti ufficiali in ambito militare. La difesa di Pawlograd, pur non essendo un avvenimento che avrebbe potuto cambiare radicalmente il corso di quegli eventi, fu comunque una battaglia di grande rilievo soprattuto perchè, resistendo ad oltranza contro una preponderante forza russa, sottrasse molti soldati italiani all'accerchiamento e alla distruzione.

Essendo stato un protagonista diretto di quegli avvenimenti questo articolo è anche un'importante testimonianza.


Breve nota sulla storia del 120°
di Gino Papuli


Ingrandisci l'immagine per leggere l'articolo


L'articolo è stato tratto da "La Stampa" del 26 gennaio 2003, pagina 21 della cronaca